News

Bonus per lavoratori domestici

Per i mesi di aprile e maggio è stata prevista un’indennità destinata ai lavoratori domestici, pari a 500 Euro per ciascun mese, che verranno pagati in un’unica soluzione per un totale di 1000 Euro.

L’indennità spetta a coloro che abbiano in essere, alla data del 23 febbraio 2020, uno o più contratti di lavoro per una durata complessiva superiore alle 10 ore settimanali e viene riconosciuta solo nel caso in cui il lavoratore domestico non conviva con il datore di lavoro.

In caso di soggetti che percepiscono una misura di contrasto alla povertà (esempio Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza), l’indennità è riconosciuta comunque fino al raggiungimento della somma di 500 Euro mensili ad integrazione della somma eventualmente percepita a titolo di RDC/PDC.
L’indennità non concorre alla formazione del reddito.

La domanda può essere presentata unicamente mediante la piattaforma predisposta dall’INPS sul proprio sito ed è accessibile da:

  • Cittadino richiedente
  • Operatore di Contact Center INPS (tel. 803-164)
  • Operatore di Patronato

Successivamente l’Inps procederà al pagamento del bonus agli aventi diritto

Secondo quanto dichiarato dal Decreto Rilancio, l’indennità per colf e badanti viene erogata dall’Inps rispettando il limite di spesa di 460 milioni di Euro, pertanto si ritiene utile sottolineare che per “collaboratori domestici” non si intendono solo colf e badanti ma anche baby sitter, cuochi, camerieri, governanti,… .

Segui i nostri Canali Social

Consulenza, Affiancamento, Adempimenti fiscali e societari, Contrattualistica, Area Finanziaria

error: