News

Fase due: riaperture dal 4 maggio.

Questa mattina il Premier Conte ha annunciato l’intenzione di comunicare un piano nazionale differenziato per Regioni entro la fine di questa settimana, in applicazione dal 4 maggio.

L’allentamento delle misure deve avvenire sulla base di un piano ben strutturato e articolato, che deve prendere in considerazione “tutti i dettagli” e incrociare “tutti i dati”, in modo serio e scientifico.

È necessario continuare a mantenere un’attenzione costante, l’allentamento porta con sé un rischio concreto di un innalzamento della curva dei contagi, che va contenuto ai minimi livelli.

Per quanto riguarda la ripresa si rende necessario considerare non solo la singola impresa ma il flusso dei lavoratori che la riapertura genera, basti pensare alle percentuali di chi usa i mezzi pubblici, i mezzi privati, in quali orari, con quale densità. Va garantita la distanza sociale all’interno dei mezzi pubblici e favorito il ricorso a modalità di trasporto alternative e decongestionanti.

Il programma deve avere un’impronta nazionale perché deve offrire una riorganizzazione delle modalità di espletamento delle prestazioni lavorative, un ripensamento delle modalità di trasporto, nuove regole per le attività commerciali.

È importante agire sulla base di un programma nazionale, che tenga però conto delle peculiarità territoriali.

Segui i nostri Canali Social

Consulenza, Affiancamento, Adempimenti fiscali e societari, Contrattualistica, Area Finanziaria

error: