News

Misure urgenti

Il Decreto Legge n.221 del 24/12/2021 proroga lo stato di emergenza fino al 31 marzo 2022 e introduce le seguenti nuove misure :

  • Green Pass

La durata del green pass a partire dal 1 febbraio 2022 sarà ridotta da 9 a 6 mesi.

Il periodo minimo per la somministrazione della terza dose verrà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

  • Estensione del Green Pass rafforzato

Sarà necessario il green pass rafforzato per accedere a :

  • piscine, palestre e sport di squadra al chiuso;
  • musei e mostre;
  • centri benessere al chiuso;
  • centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia) al chiuso;
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.
  • Mascherine

Fino al 31 gennaio 2022 sarà obbligatorio, su tutto il territorio nazionale ( comprese le zone bianche ), l’utilizzo delle mascherine anche nei luoghi all’aperto.

  • Feste all’aperto, eventi di massa, e locali da ballo e discoteche

Fino al 31 gennaio 2022 sono vietati eventi, feste, e concerti che implichino assembramenti in spazi all’aperto; sono sospese anche tutte le attività che si svolgono in discoteche e locali assimilati.

  • Ristoranti, locali al chiuso e viste in strutture socio-sanitarie e Rsa

Fino alla cessazione dello stato di emergenza è consentito il consumo di cibi e bevande al chiuso, al banco, e nei servizi di ristorazione solo nei casi di :

  • avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della relativa dose di richiamo;
  • avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
  • avvenuta guarigione da COVID-19 dopo la somministrazione della prima dose di vaccino o al termine del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della relativa dose di richiamo;
  • soggetti di età inferiore ai dodici anni o soggetti esenti dalla campagna vaccinale.

L’accesso dei visitatori alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice è consentito esclusivamente nei seguenti casi: 

  • avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
  • avvenuta guarigione da COVID-19 dopo la somministrazione della prima dose di vaccino o al termine del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della relativa dose di richiamo;
  • avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della relativa dose di richiamo;
  • avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
  • effettuazione di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2;
  • avvenuta guarigione da COVID-19 dopo la somministrazione della prima dose di vaccino o al termine del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della relativa dose di richiamo; unitamente ad una certificazione che attesti l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle quarantotto ore precedenti l’accesso.

Segui i nostri Canali Social

Consulenza, Affiancamento, Adempimenti fiscali e societari, Contrattualistica, Area Finanziaria

error: