STUDIO PALLINO
Corrispettivi telematici

Notizia inserita in data: 6/7/2019

Notizia letta 162  volte 

Vota: 4/5 (1 votanti)

 

Come noto, dal 1° gennaio 2020, ovvero già dallo scorso 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro, tutti coloro che effettuano operazioni di “commercio al minuto e attività assimilate” per le quali non è obbligatoria l’emissione della fattura, se non a richiesta del cliente, assolvono all’obbligo di certificazione dei corrispettivi giornalieri tramite memorizzazione elettronica e trasmissione telematica degli stessi.

In fase di prima applicazione, l’obbligo non si applica:

-    -  alle operazioni esonerate dalla certificazione dei corrispettivi

-  -    alle operazioni marginali, vale a dire quelle i cui ricavi i compensi non sono superiori all’1% del volume d’affari dell’anno precedente, fino al 31/12/2019

-          L’obbligo non si applica, inoltre, ai soggetti che hanno iniziato l’attività nel 2019.

La trasmissione dei dati all’A.E. dovrà avvenire entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione, restando fermi gli obblighi di memorizzazione giornaliera dei dati relativi ai corrispettivi nonché i termini di effettuazione delle liquidazioni periodiche dell’IVA.

Sempre al fine di agevolare l’adempimento, è momentaneamente consentito ai predetti soggetti interessati, qualora non abbiano ancora la disponibilità di un registratore telematico, di assolvere all’obbligo di trasmissione dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri, entro i più ampi termini previsti dalla norma (entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione). Temporaneamente, dunque, i soggetti che si trovano nella suddetta situazione potranno assolvere all’obbligo di memorizzazione giornaliera dei corrispettivi mediante i registratori di cassa già in uso ovvero tramite ricevute fiscali, senza incorrere in sanzioni, fermi restando i termini di liquidazione dell'imposta sul valore aggiunto. La trasmissione potrà in tal caso avvenire tramite il nuovo servizio web dell'Agenzia, disponibile nell'area riservata del portale Fatture e Corrispettivi. Lo ha reso l’Agenzia delle Entratecon la circolare n. 15/E del 2019. Questa facoltà è ammessa fino al momento di attivazione del registratore telematico e, in ogni caso, non oltre la scadenza del semestre.

Carmine Pallino

Fonte: Copyright © Studio Pallino Commercialisti - Tutti i diritti riservati

Commenti:
Non ci sono commenti per questa notizia
Inserisci un commento:
Nome:*   
E-mail:*   
Sito Web:
Commento:*  
CODICE:                       A6GJ3

RISCRIVI IL CODICE:   
                                                           
*: Campi obbligatori 

 

 Google Play Store    App Store

Linkedin

Twitter

Studio Pallino - Commercialista e consuente paghe a Milano, Segrate, Bergamo e Roma - C. Fiscale e P.IVA 09608570157
©2005 - 2011 CEDAC SAS - Tutti i diritti riservati - Project and Design by Roberto Aiello